Per offrirti un servizio su misura CLUT Editrice utilizza cookie. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.  OK   Scopri di più

ETICA PROFESSIONALE E RELAZIONI INDUSTRIALI - II EDIZIONE

ETICA PROFESSIONALE E RELAZIONI INDUSTRIALI - II EDIZIONE





 
   
Online: 22,00 €
 
Quantità:     

Titolo: ETICA PROFESSIONALE E RELAZIONI INDUSTRIALI - II ED.
Autore: A. Giannone
Data di Pubblicazione: 2015
ISBN: 9788879923842
Pagine: 230
Errata Corrige: no
Note:

Lo sviluppo dell’Innovazione nella società della globalizzazione, il domani delle aziende, dei management nell'era digitale, dipenderà dalla miscellanea di numerose tecnologie, che sono state riportate: Mobile Internet-Intelligenza artificiale - Internet of Things e Smart City –iCloud - Robotica, con Domotica e Avionica e con i veicoli autoguidati - Nanotecnologie- Big DataNuove piattaforme digitali- Social network.

Le conseguenze sulle persone, dentro la Globalizzazione, sono e saranno inevitabili.

Non ci siamo limitati ad esprimere una semplice preoccupazione, ma anche un nostro convincimento etico e morale che è l’uomo, è la persona e la sua dignità che va rimessa al centro delle scelte nella costruzione della polis, a qualunque latitudine, altrimenti la politica, non ritornerà con la P maiuscola, né in Italia, né in altri PaesiIl delicato periodo di transizione del primo periodo del III millennio nell’ambito politico e sociale, è caratterizzato da inquietanti fenomeni di degrado nei rapporti tra pubblici poteri, da illegalità diffusa, da particolarismi locali, vede aumentare sempre più il numero dei cittadini che guarda con diffidenza la politica, in particolare anche cresce la sfiducia in un grande numero dei giovani universitari.

“La dignità della persona umana e il bene comune stanno al di sopra della tranquillità di alcuni che non vogliono rinunciare ai loro privilegi.” (Papa Francesco).

Per fronteggiare le grandi cupidigie individuali e collettive, bisognerà scoprire e ricorrere anche a nuove forme di finanza: la finanza etica. Bisognerebbe riportare la finanza verso un'economia di tipo reale, riducendo le rilevanti speculazioni, per metterla al servizio dell’uomo, utilizzando i tradizionali meccanismi che ridiano sostegno all’economia reale al servizio dell’uomo, della famiglia, delle piccole e grandi aziende, dei progetti per le infrastrutture, dei giovani che vorranno intraprendere con nuove idee e start up e dello sviluppo complessivo delle Innovazioni tecnologiche.

Ma a tutto ciò, in aggiunta, servirebbe un recupero dell’Etica in ogni professione e attività, riscoprendone dai grandi filosofi greci e latini fino ai pensatori moderni, ai grandi Educatori e ai Responsabili delle Religioni monoteiste, i principi della solidarietà sociale e della comunità verso un destino migliore, ma anche vanno riscoperti i valori di salvaguardare, sin d’ora, i beni della Terra e non di agire per un totale sfruttamento e incuria dell’ambiente, senza rispetto e tutela delle generazioni che verranno.

L’etica e le virtù umane potrebbero fare parte di un Insegnamento nelle Scuole e non solo in alcune Università e Politecnici.

Una società senza Etica o con gravi carenze di principi etici si sta dimostrando negli anni duemila, priva di un'amalgama, di un “collante” che aiuti tutti a sostenere gli sforzi personali e collettivi verso il raggiungimento di obiettivi sociali ed economici condivisi.

È emblematico il caso della crisi dell’Unione Europea che non è solo la crisi della Grecia, che siamo sicuri che troverà una soluzione, ma parziale.  Il vero auspicio è che, nell’immediato futuro, vengano sciolti i nodi della pesante influenza nelle decisioni dei Governi da parte della Direzione tecnocratica dell’UE.

I Popoli, con il referendum in Grecia, e il consenso a movimenti populisti in alcuni Paesi, hanno lanciato un segnale: auspicherebbero con urgenza una nuova Governance, dell’UE anche per l’equità fiscale e per la grande questione dell’immigrazione, che ridia il potere decisionale alla Politica, ma tutti INSIEME.

We must be the change we wish to see in the world” (Mahatma Gandhi).

 

 

 

 

 

 

 

 

 



CLUT Editrice
tel: 011 0907980 / 011 542192 - fax: 011 542192
email: clut@inrete.it - P.Iva 00789110012 - Privacy - Note Legali
Realizzato da Ma2 - eCom